chiskee Archivi

0

B A L E A R I C H I S

baleariCHIS

0

Dj Chiskee & Farisan Hi Fi Present: Studio One Vs. Joe Gibbs // Vinyl Mix

studio one vs joe gibbs

 

0

Dj Chiskee Presents: Kosmo

kosmo chiskee

0

Dj Chiskee Jay Dilla Tribute Live @ BCS radio – 07 / 02 / 2014

Dilla Tribute By Chiskee

0

Dj Chiskee Presents _ Lighters Up Vol. 2

Lightersup2

1

In memory of Gregory Isaacs // Mixtapefever Remember The Cool Ruler //

gregory

 

25 Ottobre 2010, Londra, si spenge un’altra voce che ha fatto la storia della musica reggae in Jamaica :
Gregory Anthony Isaacs  conosciuto anche come Cool Ruler e famoso in tutto il mondo per le sue hits che sono state delle colonne portanti per il movimento reggae in tutto il mondo, Mr. Cool Ruler ci lascia un eredità musicale di grande importanza tra cui possiamo citare gli album Night Nurse prodotta da Island RecordsCool Ruler, Soon Forward prodotti da Virgin Record e tante altri album e singoli prodotti con la sua personale etichetta African Museum che fondò assieme a Errol Dunkley negli anni 70;
tra i tanti album significativi della sua storia, troviamo Mr.Isaacs, prodotto originariamente su DEB Records nel ’77, tra questo album troviamo la traccia “Slave Master” usata tra le colonne sonore del film Rockers(consigliato), nel quale Gregory, partecipa alle riprese nelle vesti della vita quotidiana, ovvero del cantante neofita – ma con la stoffa per essere una superstar – che per guadagnarsi dei soldi è un “meccanico tuttofare”.

Questo “tribute mixtape” si apre con l’audio preso da due scene del film in cui Mr.Isaacs al mattino è in discussione con dei turisti che non vogliono dargli la somma richiesta a seguito di una riparazione alla macchina, e alla sera si esibisce su un palco in un festival aprendo lo spettacolo con la canzone Slave Master.
Dopo il bizzarro intro, il mix, una hit dopo l’altra ripercorre in 27 tracce la storia dell’artista dal rocksteady, al reggae una selezione quasi puramente di lovers tune, tra cui Lonely Man, Lonely Lover, Love Is Overdue, Love Is All I Have, Soon Forward, Night Nurse e poi Mr.Cop, Tune In, My Time …e tante altre tune di grande spessore che Dj Chiskee  ha selezionato per un gran “tribute mix” in memoria di un grande artista.
Rest In Peace.

 

25 october  2010, in London, another great voice that made the history of Reggae music in Jamaica, passed away: Gregory Anthony Isaacs  known also with the name of “Cool Ruler”.
He became famous, for the hits who gave to the world of reggae Music. Mr. Cool Ruler leave us a deep musical legacy; a collection of great albums and tunes like Night Nurse produced for “Island Records”, Cool Ruler, Soon Forward, produced for “Virgin Record” and many many other singles out on “African Museum”, the personal label of Mr. Isaacs and Errol Dunkley.
Among the many significant albums of his carrer, there is one by the name of “Mr.Isaacs”(DEB Records) that has one of the biggest tune of Mr. Cool Ruler : “Slave Master”, used also as a theme for the movie “Rockers” (recommended). Also Gregory took part in the movie, representing his self:  a singer at night, and a mechanic at day.
This tribute mix, start with a audio footage from the movie: the part where Mr. Isaacs is quarreling with two stubborn foreigners who don’t like the amount of fee that they have to pay to Mr. Isaacs for fixing the car. At night the mechanic switch to a singer, like a superstar, and start his show with the powerfull song “Slavemaster”.
After the mad intro, the mixtape, hit after hit, with 27 track, run trough the musical history of the artist, from  rocksteady to reggae passing trough the raggamuffin, and with an amount of loversrock tune and other great songs which Dj Chiskee choose for a Great tribute mix, in memory of a Great artist.
Rest In Peace.

Nicola

 

0

MIXTAPE FEVER FAMILY: “A SPECIAL DAY IN THE MUSIC”

billy-cobham

Anche in estate noi di BCS e Mixtape Fever non ci fermiamo,anzi mettiamo da parte il sonno per partecipare a quanti più eventi possibili,con questo spirito Domenica 4 Agosto ho deciso di seguire il nostro Chis in un autentico tour de force che ci ha portato ad attraversare la nostra regione da nord a sud,ma andiamo per gradi e partiamo dall’inizio di questa avventura… Domenica ricevo un messaggio da parte di Chiskee, mi ricorda del suo dj-set che si sarebbe tenuto nel tardo pomeriggio al “Solo Vinile” presso la Rocca di Castiglione del Lago, mentre ci accordiamo sul dove vederci per andare insieme mi dice pure “Giò c’è pure Billy Cobham…a Ficulle…Gratis!! ” Ho creduto sinceramente che stesse scherzando. Ora va spiegato che a Perugia l’espressione “A Ficulle” è un modo di dire, che indica un posto molto lontano o addirittura inesistente, quindi capirete la mia interdizione, per non parlare del fatto che il concerto di un big come Cobham fosse gratuito, per convincermi che la notizia  fosse vera Chis ha dovuto mandarmi gli screenshot dell’evento,di ticketone e del sito di Cobham. A questo punto ero ormai convinto e in men che non si dica io e Chis eravamo “on the road” direzione Castiglione del Lago. Arrivati sul posto siamo stati accolti calorosamente da Andrea Stamponi,l’organizzatore di Solo Vinile,che ci ha portato a fare un giro della location che lasciatemelo dire: toglie-il-fiato, si ha una visuale di tutto il Lago Trasimeno (che questo anno è in forma smagliante). Mentre aspettavamo il turno di Chis ai piatti, accompagnati dalla selezione jazzy del dj-resident Giulio Sperelli-Tosi, abbiamo avuto modo di parlare con Andrea dell’idea che sta dietro l’evento,che è incentrato sul vinile non tanto per le solite ragioni che contraddistinguono l’ormai stantìa faida Vinile vs. Cd ma per un discorso legato al piacere della ricerca musicale,infatti il fulcro dell’evento è la musica e nient’altro,due piatti,un mixer e una coppia di casse è tutto quello che serve per apprezzare le selezioni dei dj ospiti che senza le pressioni legate alla “pista” si esprimono liberamente,come nel caso del set del nostro Chis in bilico fra suoni soul e echi balearici che calzavano a pennello con la location. Dopo esserci congedati dai nostri amici di Solo Vinile ci siamo rimessi in strada per raggiungere il festival “Ficulle in Rock” (non ridete che è una cosa seria!) dove si sarebbe esibito Cobham,niente di più facile se non fosse che 50 Km separano Castiglione del Lago che si trova a Nord,al confine fra Umbria e Toscana e la nostra destinazione che si trova a Sud, in provincia di Terni… Voi penserete chi ve l’ha fatto fare e io vi rispondo citando solo una piccola parte del curriculum del caro Billy: ha suonato in vari album di Miles Davis tra i quali Bitches Brew,lasciato il gruppo di Davis,insieme a John McLaughlin,fonda la Mahavishnu Orchestra,gruppo jazz-rock seminale che ha prodotto album considerati pietre miliari della fusion,come ad esempio Birds of Fire…direi che questo basta a motivare i kilometri macinati. Arrivati sul posto abbiamo potuto constatare che il festival era organizzato benissimo,si potevano lasciare le macchine nel parcheggio del campo sportivo e usufruire delle navette gratuite che facevano spola continuamente fra il suddetto parcheggio e l’area verde che ospitava l’evento vero e proprio,attrezzata con cucina e bar,l’impianto audio e l’impianto luci erano molto buoni e c’era pure moltissima gente,tutto molto bello,l’unica pecca forse era gruppo che apriva il concerto,riproponevano i classici dei Pink Floyd in chiave fusion,tecnicamente bravi ma il ripescaggio del materiale di Dark Side of the Moon e The Wall è una cosa sinceramente già vista troppe volte,io e Chis abbiamo superato il momento tuffandoci a pesce sulla bancarella di un signore che vendeva vinili (digging never sleeps).Intorno alle 23:00 Cobham è salito sul palco ed stato subito fuoco,con una band in forma eccezionale che oltre a lui dietro alla batteria vedeva in azione due tastieristi di cui uno pure violinista (echi di Jean-Luc Ponty ai tempi della collaborazione con la Mahavishnu Orchestra),un chitarissta e un bassista.Tutta la band interagiva come una macchina bene oliata,inarrestabili,hanno inanellato un pezzo dietro l’altro toccando esotismi come le frequenti citazioni di ritmi samba da parte di Cobham,senza dimenticare il rock con i solo del chitarrista eseguiti tutti con un suono che ricordava lontanamente la grana rozza della Gibson di Santana ai tempi del suo primo album.La genuinità dell’esibizione ricordava una jam session ben riuscita,con i musicisti che si divertono come ragazzini.In definitiva ce ne siamo tornati a casa distrutti ma felici di aver vissuto un giorno,l’ennesimo,pieno di musica.

Giorgio

 

0

Dj Chiskee presents: “Doin’it Right” livemix 2013

cover chiske

0

Dj Chiskee presents: Orbits Live Mix 2013

orbits cover

Orbits è un mixtape che non spieghi.
Non lo spieghi per il semplice motivo che trascende le classificazioni di genere,se dovessi scegliere la definizione che più si addice al suono di questo mix,sapientemente cucito dalle mani del nostro Chiskee,è Soul 2.0: il suono dell’anima nell’era del digitale,ma è un soul,che ome suggerisce il titolo,non si tocca mai,anzi,si viaggia orbitandovi intorno,un viaggio durante il quale può capitare di imbattersi nelle sperimentazioni future-jazz di Flying Lotus o di incotrare l’immensa voce soul di Gil Scott Heron che si contamina con l’elettronica nel remix di Jamie XX,può capitare anche di perdersi nel dub astratto dei neo-zelandesi Fat Freddy’s Drop oppure di farsi carezzare dall’intramontabile classe di Sade,niente è scontato in questa selezione.Credo che se esistesse una guida all’utilizzo di questo mix consiglierebbe di ascoltarlo mentre guardate fuori dal finestrino di un aereo in volo da quello del vagone della metro che fende la città o mentre viaggiate senza meta in auto al tramonto,se no vi è chiaro questo è assolutamente un mix da avere nel player.

Giorgio

 

0

Dj Chiskee & Dj Nameless “Back To Basic” Vinyl Mix 2012

 
“Back to Basic” generalmente indica un ritorno alle origini,
Chiskee e Nameless per il loro nuovo mixtape hanno deciso di interpretare questa espressione in modo letterale andando dritti alle radici rappresentate da un’eccezionale selezioni di pezzi foundation come l’apertura con Vice Versa Love di Barrington Levy,Too Much Imitator di Jacob Miller l’immortal Bam Bam di Sister Nancy e This is reggae music di Zap Pow che con la sua cover contribuisce anche all’artwork del mixtape. I pezzi scelti dai Nostri sono tutti suonati rigorosamente in vinile 7″,il formato simbolo della produzione vinilica gimaicana.
La tracklist scorre senza annoiare,i mix sono lisci come l’olio e ascoltare le piccole imperfezioni di questi dischi riporterà i più grandicelli ai tempi delle “cassettine” e degli show registrati dalle radio,in sintesi il tutto risulta eccezionalmente fresco.
Back to Basics si rivela dunque un divertetente amarcord per chi c’era e un’ottima palestra per le orecchie dei più giovani…un mix che non può assolutamente mancare nel vostro ipod!

Giorgio

DJ Chiskee & DJ Nameless “Back to Basic” Live Vinyl Mix 2012 by Chiskee on Mixcloud